Dott.ssa Ilaria Raia

Psicologa Psicoterapeuta

Descrizione immagine

Iscritta all'Albo degli Psicologi della Toscana N° 4995

Psicologa dello Sviluppo e dell'Educazione

Esperta Pedagogista Relazionale

Specializzata in

 Psicoterapia dell'Adolescenza e del Giovane Adulto ad indirizzo Psicodinamico 


SCUOLA SPAD ROMA 



Descrizione immagine
Descrizione immagine

Bambini

Image description

Nel lavoro coi bambini, generalmente si invitano i genitori per un colloquio preliminare in cui si accoglie la richiesta della consulenza, si delineano gli elementi della storia del bambino e della sua famiglia; si fa un’anamnesi.

In un secondo colloquio i genitori accompagnano il bambino e quando si è ambientato, in relazione alla sua capacità/possibilità di separarsi, i genitori lo attendono in sala d’attesa. In alcuni casi i genitori rimangono in stanza e partecipano all’osservazione dello Specialista. 

In un terzo incontro osservativo, a seconda dei casi, al bambino vengono somministrati alcuni test di valutazione, che possono essere test grafici cognitivi e/o proiettivi.

Al quarto incontro viene fatta una RESTITUZIONE  in cui lo specialista delinea i punti della sua osservazione, fa una diagnosi eventuale, dà delle indicazioni rispetto alla psicoterapia, al sostegno psicologico oppure all’orientamento pedagogico.

Nella terapia coi bambini, lo strumento privilegiato della relazione è il gioco, che può avvenire attraverso l’uso di giocattoli mirati, il disegno, la pittura , la manipolazione di materiali duttili, la creazione di manufatti, la lettura e narrazione di fiabe e racconti.

Tutto ciò favorisce e stimola l’espressione di pensieri, sentimenti ed emozioni, che trovano nella stanza di terapia e nella mente del terapeuta formato appositamente, un contenitore in cui sentirsi accolti, compresi, filtrati e contenuti.


Nel lavoro coi bambini è fondamentale la collaborazione dei genitori, è grazie anche a loro che le interpretazioni assumono un senso e un valore per ogni singolo bambino. Spesso i genitori durante la terapia vengono interpellati e viene anche loro chiesto in alcuni casi, di partecipare ad alcune sedute, in cui è possibile osservare le dinamiche relazionali intrafamiliari, che sono utili alla terapia.



 

Adolescenti

Image description

 


Anche nel lavoro con gli adolescenti, il ruolo dei genitori o di chi se ne prende cura è fondamentale.

Per quanto si possa generalizzare, considerato che ogni singolo paziente è un individuo distinto dagli altri con una sua personale storia e che quindi le esigenze possono essere diverse, si fanno tre colloqui di osservazione e un quarto di restituzione, invitando prima i genitori e successivamente il ragazzo. Si possono utilizzare degli strumenti di valutazione quando necessario. 

Nel caso di adolescenti che richiedano personalmente di affrontare un percorso psicologico, se i genitori si rifiutino di partecipare ai colloqui è fondamentale avere almeno il loro consenso scritto e firmato, in quanto i richiedenti sono minorenni.

Nel caso in cui, sia il figlio adolescente a rifiutarsi di avere un aiuto psicologico, è possibile sostenere l’intervento attraverso il genitore che si impegnerà personalmente a partecipare ai colloqui.

In ogni caso, la collaborazione dell’intero sistema familiare è l’ideale per avere un esito positivo.

 

Adulti

Image description

 


Con gli adulti si procede attraverso una fase di assessment, raccolta di dati, anamnesi, accoglienza della domanda ed infine restituzione che avviene sempre attraverso i 4 colloqui, così come per bambini e adolescenti.

Questa fase in alcuni casi, si rivela terapeutica in sè per tutte le fasce di età, è come se si creasse un movimento interno  e tra i protagonisti, che può sbloccare alcune situazioni.

La terapia, la consulenza, il sostegno psicologico avvengono vis a vis.

La psicoterapia accompagna nelle riflessioni, nei pensieri, dubbi, paure, ansie e timori, offre degli spunti e delle nuove prospettive da cui guardare le cose. Nell'orientamento Psicodinamico, lo psicoterapeuta si basa sulla relazione che si crea con il paziente, attraverso quell'alleanza indispensabile affinché avvenga una cooperazione e una collaborazione.

Si lavora tramite l'osservazione del proprio e altrui comportamento; sull'analisi dei pensieri, dei sogni e delle emozioni attraverso le interpretazioni e le associazioni.


 

Perchè consultare uno Psicologo

Descrizione immagine

Perchè le cose sembrano assumere un tono diverso, un colore diverso e non capiamo bene cosa ci stia caccadento.

Descrizione immagine

Perchè sentiamo che non siamo più in grado di sostenere quello che accade intorno a noi e ci sentiamo come se avessimo un cappio alla gola, non c'è possibilità di scampo e di rimediare.

Descrizione immagine

Perchè l'abitudne di scommettere e di investire denaro nei gochi ci sta sfuggendo di mano, crediamo di essere padroni , senza renderci conto delle difficoltà in cui ci sta mettendo.

Descrizione immagine

Perchè abbiamo bisogno di un sostegno, di una mano che ci aiuti a percorrere un pezzetto della nostra strada che in un determinato momento ci sembra così difficile.

Descrizione immagine

Ci sentiamo messi all'angolo, nessuno ci capisce e nemmeno ci può aiutare, ci sentiamo soli e disperati.

Descrizione immagine

Perchè la nostra coppia è in crisi, non riusciamo più a comunicare e nemmeno ad avere rapporti soddisfacenti.

Descrizione immagine

Perchè siamo diventate mamme, il mestiere più antico che dovrebbe essere spontaneo fare e i sentiamo di non essere all'altezza, abbiamo difficoltà a capire il pianto, il momento giusto per le cose e questo ci da un grande sconforto. Fa sentire "non una buona madre".

Descrizione immagine

In nostro bambino non mangia, si rifiuta di essere nutrito, accarezzato, consolato e coccolato.

Descrizione immagine

Perchè abbiamo cominciato a farci del male, a graffiarci e procurarci dolore, per sentire sollievo e stare meglio, ma questo poi ci fa sentire peggio.

Descrizione immagine

Perchè abbiamo bisogno di guardarci dentro, per capire quello che c'è fuori, perchè ci comportiamo in un determinato modo  e pervhè facciamo delle scelte, trovandoci in situazioni che si ripetono e non ci piacciono.

Descrizione immagine

Perchè siamo così arrabbiati e frustrati che avremmo voglia di urlare a squarciagola per liberarci dal peso e oppressione che sentiamo dentro di noi.

Descrizione immagine

Perchè le cose assumono una forma diversa a seconda di come le guardiamo ed abbiamo bisogno di una lente diversa per capire meglio ed aprire la mente.

Descrizione immagine

Perchè dobbiamo capire in quale direzione andare e dove ci conduce, rimanere sulla stessa strada.